Monteverde in il quartiere a portata di mouse

Le vostre lettere

Degrado nel quartiere

Ci scrive un visitatore per il degrado in molte zone del quartiere.

Buongiorno
Premetto che sono residente da poco a Monteverde, quartiere che sto imparando ad amare sempre di più.
Non voglio parlare di generico degrado, che è sotto gli occhi di tutti ma soprattutto riguarda tutta la città.
Vorrei segnalare le condizioni in cui si trovano, a Monteverde, tutte le piccole aree di verde pubblico. Mi riferisco a tutte quelle aiuole e parchetti (con due, tre panchine) che versano in stato di totale abbandono, sempre ricoperti di immondizia (ad es P.le Berchet, o il giardinetto di Via Ugo Bassi, o il rettangolo con panchine in Via Fratelli Bandiera, ma potrei continuare per pagine e pagine).
Le due aree cani di Viale delle Mura Gianicolensi, adiacenti a Villa Sciarra, non vengono pulite da almeno un mese. Il secchio dell'immondizia (che contiene centinaia di sacchetti pieni di escrementi, raccolti da quei pochi proprietari di cani civili) non viene cambiato da settimane, e l'odore è diventato insopportabile.
Faccio presente che in queste due aree cani si sono recentemente svolti dei lavori di consolidamento delle mura gianicolensi, ma tutto ciò non è una scusa per lasciare due spazi così importanti alla mercé dello schifo più assoluto. Una situazione degna dell'Istituto di Igiene.
Quando scenderemo tutti in piazza davanti al Municipio? Quando promuoveremo delle iniziative "self service" costituendo dei comitati per scendere in strada e pulire noi stessi quello che l'AMA non pulisce, rastrellare i prati, raccogliere le schifezze, migliorare la qualità della vita nel nostro quartiere?
Ci sono delle zone in cui quest'estate i marciapiedi sono stati distrutti dalla gramigna, porzioni di strada sempre ricoperte da immondizia e schifo, per non parlare del famoso muro restaurato in Via Aurelio Saffi: a quando la rimozione delle barriere?
Tutte cose che in paesi civili vengono date per scontate dai cittadini. A quando una reazione collettiva, di quartiere, senza colore politico, per riportare un pochino di decenza in uno splendido municipio di Roma?
Io sono a disposizione.
Saluti
Maurizio Navarra
 
Risponde il consigliere del Municipio XVI con delega al decoro urbano.
Ringrazio Monteverdein, che svolge un egregio servizio per il quartiere e per chi, come il sottoscritto, ha ricevuto mandato dai cittadini per rappresentarli presso le istituzioni, e che mi permette di rispondere a questa sua accorata denuncia.
Sono consigliere del Municipio dall'aprile 2008 e sono stato eletto Presidente della Commissione Sicurezza e Decoro Urbano. L'incarico potrebbe essere di assoluto riposo in quanto le competenze in materia del Municipio sono pressoché pari allo zero cosmico, invece mi affanno di cercare di affrontare i piccoli grandi temi della nostra quotidianità, anche fuori ruolo visto che abbiamo organizzato insieme ai cittadini operazioni di pulitura anti-degrado a via Battistini e Largo Forlanini per denunciarne lo stato di abbandono e sensibilizzare la cittadinanza a questi temi.
Per venire al tema le dico che le due aree cani cui lei fa riferimento e che in realtà sono una divisa in due, dovrebbero essere soggette a pulizia periodica da parte AMA che, invece, nicchia, o meglio, essendo il servizio diviso in tre unità, non sa chi deve svolgere il compito (da circa un anno le piccole aree verdi sono passate all'AMA dal servizio giardini).
L'unica cosa che il Municipio può fare è sollecitare interventi da parte di AMA, che fa riferimento non al Municipio ma alla direzione e, al Comune. Non possiamo incidere e spingere a svolgere i compiti assegnati in quanto il decentramento in questo senso è pura aria fritta.
L'indignazione mia personale è totale, come politico lo è, se possibile, ancora di più. Capisco il momento finanziario grave per l'Italia e per il Comune ma non posso accettare la disorganizzazione e il pressappochismo messo in campo dall'amministrazione Alemanno. Ha vinto le elezioni ventilando il decentramento e invece ai Municipi non delega proprio nulla.
Come politico spero davvero in tempi migliori, ma occorre lavorare da adesso (per esempio immaginando forma di cooperazione pubblico - cittadini per il verde attraverso anche forme di adozione sociale).
Come cittadino le dico che sarò in prima linea con lei e con voi qualora decideste di organizzare azioni rivolte alla pulizia dell'area o, meglio, addirittura occupazioni fino all'espletamento del servizio da parte AMA. Sarò insieme a voi e promuoverò ogni forma di partecipazione in tal senso.
Grazie
Fabio Bomarsi
©2005 Monteverde IN Info e Pubblicità - Accessibilità|